Cookie Policy:
This site uses cookies and Google Analytics. For more information, please click here. To agree and continue, please click ‘YES’.

News

CC-Link Partner Association e PROFINET & PROFIBUS International presentano la loro prima soluzione mirata all'interoperabilità

L'edizione di SPS/IPC/Drives dello scorso anno a Norimberga, in Germania, ha rappresentato un'importante tappa per CC-Link Partner Association (CLPA): l'associazione ha presentato il dispositivo d'interfaccia Hilscher NT 151-CCIE-RE, ovvero il primo risultato della sua collaborazione con PROFINET & PROFIBUS International (PI). Esso consente un accurato e fluido scambio di informazioni tra CC-Link IE e PROFINET, e ribadisce quindi l'impegno dell'organizzazione mirato all'apertura, all'accessibilità e alla connettività a livello globale.




Click here to watch the video on youtube

YouTube share link: https://youtu.be/qMBqmMuHXCs

Il dispositivo d'interfaccia è stato sviluppato da Hilscher, partner sia di CLPA che di PI, ed è il primo dispositivo a implementare la specifica d'interoperabilità CC-Link IE/PROFINET. La sua introduzione rappresenta un passo importante nella collaborazione tra i due più importanti protocolli di rete per l'Asia e l'Europa.

La collaborazione tra CLPA e PI è stata annunciata in occasione di SPS/IPC/Drives 2015. Armin Pühringer, Responsabile Business Development in Hilscher, commenta: "Hanno lanciato un gruppo di lavoro costituito da esperti del settore, che ha definito una specifica congiunta che consentisse l'integrazione fluida tra CC-Link IE e PROFINET." La specifica di interoperabilità per entrambi i protocolli è stata quindi lanciata in occasione di SPS/IPC/Drives 2016, per aprire la strada allo sviluppo di dispositivi interoperabili.

Il dispositivo d'interfaccia oggetto del lancio, l'NT 151-CCIE-RE di Hilscher, funziona sia come dispositivo intelligente CC-Link IE di campo, sia come dispositivo IO PROFINET. Grazie alla trasmissione bidirezionale dei dati tra CC-Link IE e PROFINET, l'NT 151 permette ai due controller di rete di comunicare l'uno con l'altro. I meccanismi chiave includono un modello di mapping per mappare i dati su entrambi i lati, la diagnostica per il dispositivo d'interfaccia e le reti e infine un DTM basato su SyCon che funziona da strumento di configurazione per il dispositivo d'interfaccia.

Karsten Schneider, Presidente di PI, spiega perché l'interoperabilità tra reti rappresenti un valore aggiunto per i clienti: "L'obiettivo della collaborazione con CC-Link Partner Association è quello di permettere ai nostri clienti di utilizzare CC-Link IE e PROFINET combinati in una sola rete, facilitando l'integrazione di questi protocolli. Il dispositivo d'interfaccia standardizza la comunicazione tra PROFINET e CC-Link IE." Proprio per questo, il rivoluzionario sistema riduce notevolmente i lavori d'ingegneria richiesti per integrare queste due architetture di rete così diverse.

Secondo Armin Pühringer e Karsten Schneider, oltre a costituire un modello facile e accessibile per collegare le diverse architetture di controllo, questo approccio offrirà all'utente finale ulteriori vantaggi, come una maggiore libertà nelle decisioni di acquisto e nelle spedizioni ai diversi mercati.

John Browett, General Manager di CLPA-Europe, spiega: "Riteniamo che il dispositivo d'interfaccia rappresenti un importante passo in avanti per le aziende che operano a livello globale, sia in Europa, dove PROFINET è molto forte, sia in Asia, dove invece prevale CC-Link IE. Esso garantirà la libertà necessaria a lavorare su entrambi i mercati, superando i limiti imposti dalle due architetture di rete diverse."

L'innovativo dispositivo d'interfaccia che garantisce maggiore flessibilità alle industrie di tutto il mondo è la porta d'ingresso a Industry 4.0, come sottolinea Pühringer: "La cooperazione tra aziende per offrire interoperabilità è il cuore dell'IIoT (Industrial Internet of Things)."

CLPA, Hilscher e PI hanno dimostrato di essere in prima linea sul fronte dell'innovazione. “Hilscher è fiera di essere la prima azienda a introdurre un dispositivo che trasforma queste specifiche in realtà" aggiunge Pühringer.

Il dispositivo d'interfaccia è solo il primo di una lunga serie di soluzioni per l'interoperabilità, e Schneider continua: “Sono molto soddisfatto della collaborazione con CC-Link Partner Association. Abbiamo ottenuto risultati eccellenti negli ultimi 2 anni e sono entusiasta di continuare a lavorare con loro."

Informazioni su CLPA

CLPA (CC-Link Partner Association) è un'organizzazione internazionale con oltre 2.900 aziende associate in tutto il mondo. L'obiettivo comune dei partner è la promozione dello sviluppo tecnologico e l'adozione della tecnologia di rete CC-Link. Attualmente, sono disponibili più di 1.600 prodotti certificati forniti da oltre 300 produttori. CC-Link è la principale rete aperta di automazione industriale in Asia e si sta diffondendo sempre più in Europa e nelle Americhe. La principale iniziativa di CLPA per l'Europa è il programma "Porta aperta per l'Asia" (G2A), che aiuta le aziende europee a sviluppare ulteriormente le loro attività in Asia. Ulteriori dettagli all'URL eu.cc-link.org/it.

Le immagini distribuite con questo comunicato stampa possono essere usate esclusivamente per accompagnare questa copia e sono soggette a copyright. Contattare DMA Europa per ottenere una licenza per ulteriori utilizzi delle immagini.

Editor Contact

DMA Europa Ltd. : Carly Ellis
Tel: +44 (0)1562 751436 Fax: +44 (0)1562 748315
Web: www.dmaeuropa.com
Email: carly@dmaeuropa.com

Company Contact

CLPA-Europe : John Browett
Tel: +44 (0) 7768 338708 Fax: +49 2102 532 9740
Web: eu.cc-link.org/it
Email: john.browett@eu.cc-link.org

Grazie alla trasmissione bidirezionale dei dati tra CC-Link IE e PROFINET, l'NT 151 permette ai due controller di rete di comunicare l'uno con l'altro.

Il dispositivo d'interfaccia è stato sviluppato da Hilscher, partner sia di CLPA che di PI, ed è il primo dispositivo a implementare la specifica d'interoperabilità CC-Link IE/PROFINET.